Il cammino di Barbara per Mediterranea: da Bologna a Lampedusa facendo l'autostop

Il cammino di Barbara per Mediterranea: da Bologna a Lampedusa facendo l’autostop

Per ricordare i migranti morti nel mar Mediterraneo

C’è chi macina chilometri in pellegrinaggio verso Santiago de Compostela, confine Ovest d’Europa e chi, invece, s’inventa un cammino tutto suo, puntando all’altro confine, quello più a Sud, Lampedusa, per ricordare i migranti morti nel mar Mediterraneo. Barbara Cassioli, 32 anni, assistente sociale bolognese, è partita il 21 marzo, “giorno simbolo della Primavera” come sottolinea lei stessa, da Livergnano (Bo) e ha raggiunto l’isola il 2 giugno.

Un viaggio rigorosamente in autostop e senza soldi perché lo scopo è ben preciso: tutto ciò che non spende e quello che le offrono durante il tragitto lo destina mensilmente alla ong Mediterranea, tramite bonifici sulla piattaforma di crowdfunding Produzioni dal Basso e raccontando il viaggio sul suo blog. “Grazie a tutte le persone che mi hanno ospitato, pagato cene, autobus o traghetti – racconta – finora ho donato circa 850 euro e conto di arrivare intorno a 1200 euro entro la fine di questa bellissima avventura”. L’abbiamo incontrata in Calabria dove abbiamo viaggiato con lei da Gioiosa Jonica a Rosarno.

Guarda il video su REPUBBLICA.IT

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Redazione centrale: Gabriella Canova, Simone Canova caporedattore centrale, Miriam Cesta settore Persona, Maria Cristina Dalbosco settore Società, Michela Dell’Amico settore Green

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Redazione centrale: Gabriella Canova, Simone Canova caporedattore centrale, Miriam Cesta settore Persona, Maria Cristina Dalbosco settore Società, Michela Dell’Amico settore Green

Gli articoli più letti della settimana

I video più visti del mese