«Mammoni», Italia primatista Ue: la metà vive ancora con mamma e papà

Le motivazioni? Socio-culturali

L’Italia è prima fra i big europei per “mammoni” o “bamboccioni” ancora a casa. Lo attesta la fotografia scattata da Eurostat, l’Istituto europeo di statistica su dati 2017. I “giovani adulti” tra i 25 e i 34 anni quasi per la metà – esattamente il 49,3% – vive ancora con i genitori. E in media chi riesce a uscire di casa lo fa dopo i 30 anni.

E questo mentre nella media dei 28 Paesi Ue vive ancora con i genitori solo il 28,5% di questa fascia della popolazione. In Europa si esce di casa in genere a 26 anni.

Ecco cosa rallenta l’emancipazione
Le motivazioni di questo ritardo vanno però cercate non solo nelle difficoltà economiche, ma anche nelle caratteristiche socio-culturali di vario genere del Paese e delle famiglie italiane, che rallentano l’emancipazione dal nucleo familiare. E fanno salire l’Italia in vetta, tra i grandi Paesi dell’Unione europea, in questa classifica stilata da Eurostat.

Continua a leggere su ILSOLE24ORE.COM

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Redazione centrale: Gabriella Canova, Simone Canova caporedattore centrale, Miriam Cesta settore Persona, Maria Cristina Dalbosco settore Società, Michela Dell’Amico settore Green

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Redazione centrale: Gabriella Canova, Simone Canova caporedattore centrale, Miriam Cesta settore Persona, Maria Cristina Dalbosco settore Società, Michela Dell’Amico settore Green

Gli articoli più letti della settimana

I video più visti del mese