Migranti: il silenzio di Lamorgese più efficiente di tanti proclami

I numeri rivelano che i ricollocamenti dei migranti sono aumentati con il nuovo ministro.

I dati sono stati pubblicati in un articolo del Fatto Quotidiano dove si legge: «Nei primi otto mesi del 2019, quando al Viminale c’era Salvini, secondo il ministero dell’Interno sono stati ricollocati in Europa 85 richiedenti asilo. Meno di undici al mese (…) Negli ultimi quattro mesi, cioè dell’insediamento a settembre del Conte 2 e di Lamorgese al Viminale, i ricollocamenti effettivi sono stati 196, cioè 49 al mese».

I dati aggiornati del Viminale

Il Ministero dell’Interno ha sottolineato come il rapporto tra i migranti “ricollocabili” in base all’accordo di Malta del 23 settembre e le quote offerte dagli altri Stati Ue sia pari all’82 per cento. In pratica i Paesi europei sono disponibili ad accogliere più di quattro migranti su cinque di quelli arrivati in Italia a bordo di navi militari o Ong.

Il Viminale contattato da Pagellapolitica.it afferma che «Per il 18 dicembre è stato programmato un volo per la Francia con 64 richiedenti asilo. E prima di Natale sono partiti altri 149 richiedenti asilo accolti dalla Germania. I due voli programmati per la Francia e la Germania consentono di raggiungere la cifra complessiva di 409 richiedenti asilo effettivamente ricollocati dopo il pre-accordo di Malta».

La media del periodo in cui è stata ministro Lamorgese sale dopo queste ultime due partenze a 102 al mese. In questo caso il confronto con Salvini porta il rapporto a 10 a 1 a favore dell’attuale ministro dell’Interno.

Secondo il Ministero dell’Interno, infine: «Proprio per accelerare le procedure di ricollocamento, uno dei pilastri del preaccordo di Malta fissa in quattro settimane (dallo sbarco) il termine massimo per l’effettiva redistribuzione dei richiedenti asilo nei Paesi che si rendono disponibili ad accoglierli».

Aumentano gli sbarchi

Nei primi otto mesi del 2019 sono sbarcate in Italia 5.135 persone, quindi gli 85 migranti ricollocati durante il mandato di Salvini rappresentano l’1,7 per cento circa del totale.

Negli ultimi quattro mesi del 2019, gli sbarchi sono stati 5.962, con 196 ricollocamenti che rappresentano il 3,3 per cento del totale, e se contiamo anche i ricollocamenti programmati di migranti già arrivati in Italia il dato si attesta sul 6,9 per cento. Percentuali rispettivamente, doppia e quadrupla in confronto ai primi otto mesi del 2019.

Leggi anche:
Perché tutti vogliono salvare queste profughe?
L’app che aiuta i migranti, fatta dai migranti

Gabriella Canova

Gabriella Canova

Fa parte della Redazione. Si occupa dei rapporti con i redattori esterni nonché della stesura di vari articoli relativi alle tematiche del portale.

Gabriella Canova

Gabriella Canova

Fa parte della Redazione. Si occupa dei rapporti con i redattori esterni nonché della stesura di vari articoli relativi alle tematiche del portale.

Gli articoli più letti della settimana

I video più visti del mese